Milano PhotoWeek 2019

Bollo PHOTO WEEK-03
Milano PhotoWeek, promossa e coordinata dal Comune di Milano – Assessorato alla Cultura, è  un invito ad avvicinarsi alla fotografia per scoprire la sua capacità di interpretare e raccontare la realtà, offrire un allenamento al proprio senso critico, imparare a guardare e immaginare il mondo. Portare la fotografia in città vuol dire dare spazio ai grandi scatti d’autore e ai progetti delle scuole, parlare di arte, architettura e fotogiornalismo, oppure scoprire George Simenon fotografo e Tadao Ando fotografato, entrare negli archivi partecipare a tantissimi corsi, talk, letture portfolio e premi fotografici.

Dal 3 al 9 giugno 2019, Milano ha reso omaggio alla fotografia con la terza edizione della Milano PhotoWeek. Un palinsesto diffuso e un calendario di oltre 150 appuntamenti tra mostre, incontri, visite guidate, laboratori e proiezioni. ArtsFor_, come per le precedenti edizioni, è responsabile del concept e dell’intera organizzazione.

Sempre nell’intento di parlare a un pubblico ampio la fotografia diventa un percorso di sensibilizzazione per la salvaguardia degli oceani con “Il mare che vorrei”, progetto realizzato da MPW grazie al nostro main partner La Mer, in collaborazione con MUBA – Museo dei bambini e UPY – Underwater Photographer of the Year. Sotto i portici della Rotonda della Besana un percorso fotografico di grande impatto visivo e tre laboratori per bambini ci insegnano l’importanza del mare per le nostre vite e il nostro futuro.

Progetto dedicato è anche “Milano A/R”, per raccontare con 24 fotografie, 12 post e 12 storie 60 anni di Milano: un piccolo gioco per mostrare sui social il cambiamento della città. Con Gianni Berengo Gardin abbiamo selezionato 12 fotografie iconiche del suo archivio mentre da Perimetro arrivano i 12 scatti contemporanei che gli si affiancano, delicatamente, portandoci in un viaggio per immagini sulla Milano di oggi.

Dalla contaminazione tra immagini e musica nasce infine “Realpolitik Masquerade Party”, organizzato con BASE Milano, Cesura e Music Innovation Hub. La grande festa della MPW: un’intera notte, quella di sabato, dove la fotografia e la musica live underground diventano un vero happening che attiva, con un’azione a sorpresa, la partecipazione del pubblico.

Infine la collaborazione con Internazionale che quest’anno diventa una vera sperimentazione: 10 progetti fotografici dalla carta stampata arrivano sullo schermo di un cinema. Storie che ci portano in Siria, in Sud Africa, in Nigeria e in viaggio con un Omero contemporaneo. Oppure la testimonianza visiva che, con grande dignità e stimolando molte domande, ci presenta come fossero quadri, i ritratti dei pasti dei più poveri del mondo. Nella sala del Cinemino, nostro nuovo partner, domenica 9 abbiamo chiuso la MPW19 così.

E poi tutti i progetti realizzati grazie ai partner culturali : Accademia di Belle Arti di Brera, Anteo, Armani Silos, BASE Milano, Contrasto, Fondazione Prada, Forma Meravigli, Frigoriferi Milanesi, Galleria Carla Sozzani, Leica, Micamera, MIA, MUBA, Palazzo Reale, Photofestival e per il primo anno Cinemino, Pirelli HangarBicocca e Mudec.

Milano PhotoWeek è stato questo e molto altro, e ora iniziamo a pensare alla prossima edizione.

Per maggiori informazioni e dettagli su eventi e mostre: www.photoweekmilano.it